renato casati

casati e i paesaggi

2014

Del pittore milanese vengono presentate 35 opere recenti in tecnica mista e collage. Una parte di esse, di impostazione figurativa, si propone con elementi essenziali assai caratterizzati e costanti – piccole case bianche, cieli, colline – ordinati in composizioni variate continuamente, al punto da svuotarsi di ogni connotazione naturalistica e definire le proprie qualità estetiche unicamente attraverso valori di organizzazione costruttiva. Le restanti opere spingono ancor più in là tale processo, consistendo in composizioni totalmente astratte e di andamento geometrizzante e minimalista. È molto interessante come i due generi, giustamente considerati entrambi paesaggi dal loro autore, mostrino di essere in termini non solo di composizione ma altresì di atmosfera e contenuto, esattamente equivalenti, a ulteriore dimostrazione che la riconoscibilità o meno di aspetti riferibili alla realtà non riveste in arte alcuna importanza. In ugual senso procede anche l’ordine di produzione delle opere, che non muove da un antecedente figurativo verso rappresentazioni sempre più essenziali e astratte ma – caso piuttosto infrequente – contempla e svolge i due generi nel medesimo tempo. Di particolare rilievo la qualità compositiva dei lavori, confluente in risultati spesso assai originali, sempre governati dalla stessa cifra di misurata e perfetta armonia.