Alberto Granata    
opere

27 Ottobre 2017 - 27 Gennaio 2018
Orari: da martedì a sabato 10 13.30 – 16 19.30

L'illusionista

La Galleria 70 inaugura martedì 26 Ottobre, alle ore 18,30, la personale di Alberto Granata L’illusionista, selezione di 37 immagini in bianco e nero comprese tra il 2009 e il 2017. I soggetti a cui Granata rivolge la propria attenzione, siano esseri umani, animali od oggetti, appartengono di norma alla realtà più comune e veramente non hanno nulla di speciale, se non un carattere intensamente lirico che egli ha il talento di saper portare alla luce. Stabilendo un rapporto di partecipe immedesimazione con ciò che rappresenta, l’artista traccia così le linee di un singolare neorealismo delle cose ordinarie, in cui né la scelta del momento decisivo, né la cura per la costruzione formale paiono tenute in gran conto, quanto invece un onnipresente aspetto intimista e narrativo che dilata la presenza dell’immagine ben al di là dell’istante dello scatto. Dotate di un’eleganza delicata e rara, così disinvolta da apparire quasi involontaria, le opere di Alberto Granata trovano poca corrispondenza negli stili più classici e conosciuti della fotografia, e sembrano piuttosto imparentarsi alla vena di certi ispirati cantori delle strutture fragili come Melotti, Licini, Klee.

__________

Alberto Granata nasce a Napoli nel 1965 e si diploma in fotografia presso lo IED di Roma nel 1992. Subito vince, come miglior fotografo, il premio del Festival di Savignano sul Rubicone, che gli viene consegnato da Lanfranco Colombo, e di seguito espone alla Galleria Il Diaframma di Milano, all’epoca il più prestigioso spazio privato per la fotografia. Espone poi alla Galleria degli Artisti di Roma  e allo IED di Roma, ma decide presto di staccarsi dall’ambiente delle gallerie, che trova poco confacente alla sua indole. Da quel momento si dedica soprattutto al fotogiornalismo realizzando fra l’altro per UNICEF Italia servizi sulla condizione del bambini in Africa; per Medici Senza Frontiere lavori sull’AIDS in India e in Africa, e collaborando con ANLAIDS Italia. In questi anni Alberto Granata ha continuato a dedicarsi alla fotografia d’arte organizzando mostre in piccoli spazi e centri culturali in Italia e a New York, dove vive per parte dell’anno, e contestualmente costituendo un archivio di opere di cospicua entità e notevole pregio estetico. Il suo stile, decisamente originale, si appunta su una visione astratta e reinventata, e costantemente permeata di una singolare atmosfera neorealista,  del mondo visibile. Alberto Granata ha da poco esposto le sue immagini alla Galleria 70 nella collettiva De Abstractione.